In Ricordo del Prof. Rosario Brancato

Caro Prof, caro Saro,

nessuno di noi avrebbe mai immaginato che questo giorno sarebbe arrivato quasi all'improvviso, un sabato mattina, quando la maggior parte riposa…

Te ne sei andato in silenzio, in punta di piedi con quella signorilità e galanteria che era nel tuo stile.

Non pensavo che saremmo stati qui così presto a ricordare la tua grande persona, il tuo rigore scientifico, la tua genialità, le tue intuizioni , la tua determinazione, il tuo entusiasmo e la tua forza, la tua grinta e la tua allegria, la tua generosità e il tuo altruismo. Nessuno avrebbe mai pensato insomma che saresti diventato un angelo senza avvisarci con i tuoi soliti mesi di anticipo, prima di una dead line per un Congresso, da un anno all’altro, da un Academy all’altra.

Tutti ricordiamo quanto fosse bello il tuo sorriso e quanto rassicuranti fossero le tue parole; tutti ti abbiamo conosciuto come un padre, in te abbiamo trovato sempre un amico, un eterno ragazzo sempre disposto ad aiutarci a costruire il nostro futuro.

Tutti insomma dobbiamo in qualche modo e per qualche cosa dirti GRAZIE.

Ti portiamo nel cuore : i ricordi, sono l'arma più potente di tutte: nessuno è in grado di cancellarli e quelli più forti sopravvivono persino al tempo che fugge.

Se un giorno ci verrà voglia di abbracciarti , ci tufferemo proprio in un ricordo, lo rivivremo assieme e allora sarà compiuto ancora un tuo “ miracolo”.

Caro Saro, mancherai a tutti, ai più grandi e ai più piccoli, ai veri amici di sempre e mancherà soprattutto il tuo modo di vedere la vita e di affrontare il mondo, la tua serietà che diventava simpatia all'occorrenza; mancherà di te il tuo essere amico e confidente, il tuo essere custode di tanti nostri segreti. Ci mancherai in tutti i modi in cui una persona può mancare e immagino che anche per te sarà lo stesso.

Prof. Luigi Marino

a nome del Consiglio Direttivo e di tutti i soci SILO